ATTACCARBOTTONE

IN VIA DEI MUSEI NUMERO 9

Buongiorno mia amata città,

e a tutti quelli che a Bologna ci abitano, ci sono nati, ci hanno studiato, cagato, cucinato, sofferto, litigato, ci sono morti e magari ci vorrebbero tornare, lavorato talmente coscienzosamente da metter a rischio la proprio credibilità professionale, a quelli che per tornare in tempo un sabato sera qualunque vanno al mare in Romagna a fare un week end di sesso sfrenato, ma si sa meglio stare nei pressi perchè ci sono in giro una coppia di ESP che potrebbero fare video lesivi per la loro (degli ESP di Budrio, ma che dico di Budrio, Bologna, ma che dico di BOlogna del mondo), – scusate ma quando dico la parola MONDO


mi emoziono talmente tanto che perdo la capacità di organizzare bene il discorso. Riparto dalla coppia ESP scelta nel peggiore dei modi possibili a Bologna, assunti, dopo regolare corso fatto in casa da una non meglio nota organizzazione privata-pubblica, no scusate pubblica-privata questo è l’ordine corretto guai mai che l’arcangelo degli ESP di Budrio tal Raffaele M., poi si accorgesse dell’errore troppo tardi e succedessero casini e ingiustizie. Questo del metter in ordine in punti sulle i lo dico, perchè un surfista pazzo tal Luca M. originario del lago più famoso al mondo per via dei suoi giochi pirotecnici, che esercita ormai sotto menttite spoglie il suo secondo lavoro di ottimo psicoterapeuta/psichiatra (NB di nuovo l’ordine del parole non è casuale ma solo per il mio caso e per tutti gli altri quelli che possono capirlo per via del fatto che sono suoi clienti a Bologna e non pazienti in Romagna, dove esercita principalmente la professione di psichiatra, ma in una strana commistione tra pubblico e privato che non gli consente di fare TSO (nel senso di firmare i documenti), ma sente molto lo stesso la responsabilità dell’acronimo TSO perchè sa cosa significa dover sopportare, forse l’unica caso di TSO inutile per  la persona CT ma utile per la sua famiglia di cui preferiamo non dare il nome per questioni di rispetto della privacy, che qua in Italia, ve lo assicuro sta a cuore a tutti. E, se vi interessa, a chi interessa faccio un invito  pietoso e cordiale, ma molto concreto e veramente desiderato, almeno da me, a cena STASERA 17 giugno 2017 (tra parentisi compleanno di una delle mie tante sorelle acquisite, se non l’unica, tal… ER…madre di FG… figlia amatissima di MTA e AR, che quando il loro Giovino – e qui purtroppo mi tocca rischiare la privacy e la diffamazione – figlio amatissimo a cui una sedicente cugina non meglio precisata, sicuramente giocando, ma non posso esser certa perchè la raccolta delle PROVE e non dico INDIZI , ma proprio PROVE, è resa difficile per via del tempo lungo + o-  41 anni, ma anche appunto per questo non possiamo in realtà metterci la mano sul fuocoa l 101%, sebbene sappiamo quanto abbia sofferto il nostro amato GIOVINO, di cui si dirà meglio in altra sede, bene… ma qualcuno mi deve invitare stasera – 17 giugno 2017 Bologna Mondo – in luogo scelto bene carino e intimo, che possa contenere quei quattro gatti che possano davvero capire a che cosa mi riferisco, perchè ricordo a chi non lo sapesse che sto per prendere delle medicine inutili e dannose, e lo dico con cognizione di causa; SOLO NEL MIO CASO SPECIFICO, oso azzardare ampiamente documentato, ma a volte non è sufficiente per vivere come davvero una persona felice vorrebbe, be’ dicevo che adesso metto il punto e ricomincio la frase perchè è troppo lunga e rischia di non essere comprensibile il mio discorso a cui tengo in modo viscerale da quando mi sono accorta che nel mondo c’è un buffone coraggiosissimo che ieri in Piazza Maggiore ha tenuto secondo me la sua performance migliore, ma sempre a cena stasera spero di avere occasione di spiegar nei dettagli, ma gli confermo il mio fanatico attaccamento, fanatico nel senso di “fan” ma amo dire FUN, perchè non ci siamo mai conosciuti dal vivo, tranne una volta da Feltrinelli  il 6 dicembre 2016 (e questa data a chi c’era ieri in Piazza dovrebbe sottolineare ben altro!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) – ma abbiamo solo avuto uno sguardo di intesa fugace e una stretta di mano come si fa tra persone educate in occasioni un po’ impegnative sul luogo di lavoro in riunioni, forse inutili, ma a cui amo tanto partecipare.

E torno a bomba ai compleanni dei gatti di Vicolo miracoli che forse anche loro ci sono passati da Bologna, ma sinceramente io poi mi stufo a raccogliere dettagli su dettagli perchè si fa fatica a controllare sempre tutto, a provare sempre tutto, a volte io vado sulla fiducia e mi è sempre andata bene, ve lo assicuro, ma non ho voglia, nè sinceremente tempo, di aprire questa importantissima e fondativa questione, be’ dicevo… i gatti!

Amo i gatti e, chi mi conosce lo sa, sono anche in grado di scoprire i loro nomi segreti… e mentre lo dico, mi sa che non sarebbe male tentare di investire in questa bizzarra attività: vi posso aiutare a trovare il nome segreto dei vostri gatti, presenti, passati, ma non futuri (stasera vi spiegherò meglio!!!), perchè dopo 20 anni di cura  psichiatrica a Bologna e dintorni, so benissimo che anticipare certe notizie certe, dipende dai punti di vista che rispetto tutti amabilmente, ve lo dico di tutto cuore… ecco, dicevo anticipare notizie di imminenti sedicenti feste venti giorni prima, per chi non coglie bene il senso di quello che sto sostenendo, devo per forza rivelare che, stando in metafora (spiegherò meglio stasera in luogo imprecisato, preferirei a Bologna con i quattro gatti affezionati, ma anche tutti quelli che vorrebbero affezionarisi!!!!), stando in metafora, e preferisco sempre quelle incarnate, perchè sono meglio dei film, quasi quasi ma lì è dura, anche dei libri… il 5 dicembre del 2007 ho fatto l’errore, convinta dalla premura della mia famiglia che era molto preoccupata per me, di recarmi con i miei amici, sorelle e sedicente amante bugiardo e traditore e naturalmente il mio difensore d’ufficio meglio preparato in fatto di Patti Lateranensi che conosceva il mio caso fin dalla nascita, ho fatto l’errore di affermare che fosse Natale. La matematica come sapete non è un’opinione su cui si può discutere, e non si può proprio affermare che il 5 dicembre sia Natale, perchè da che mondo e mondo, nessuno può affermare senza finire male che il 5 dicembre sia Natale. E sapete perchè? io non sono mai stata forte in matematica, ma se 2+2=4, altrettanto non possiamo sostenere che 5/12 = 25/12, e qui non devo spiegare niente, questo è un dogma conficcato nella testa di tutti fin da piccoli.

Per cui credo che trovare i nomi segreti dei gatti sia una mia specifica abilità, che posso spacciare come unica nel suo genere, ma che so benissimo che appartiene a chiunque abbia amato, almeno una volta di vero amore.

Dunque aspetto un invito a cena da qualche parte a Bologna, magari con letture varie fatte da artisti famosi in città, per onorare i miei e i loro natali. Capisco che è una proposta immaginaria, o dovrei dire fantasiosa, e quindi saremo tutti insieme ciascuno a casa sua a fare l’amore ognuno come gli va, e le medicine INUTILI E DANNOSE NEL MIO SPECIFICO CASO, avranno già fatto bene il loro corso nel mio corpo e così, se anche la festa ci fosse davvero non me la potrò gustare proprio appieno, ma in fondo chi se ne frega, questo bel pezzo l’ho pubblicato e sono sicura che almeno una persona lo leggerà, e se riterrà opportuno, farà di tutto per scongiurare il pericolo che una sua amica gattara italiana, possa rovinarsi la festa, attivando di sua inziativa tutte le sue risorse umane in tempo per salvare la purezza della sua amica.

Gente vi saluto! è stato bello davvero, ma io ve lo dico non c’è uomo al mondo, presente, passato e futuro che mi piaccia tutto come Roberto Saviano e so quello che dico: ballerino fantastico, intrattenitore elegante, suadente e sornione come un gatto, ma coraggioso come l’uomo tigre… e poi siccome potrei andare avanti per molte vite mi fermo. Ho voglia di parlare un po’ con Giovino, perchè temo che abbia capito tutto solo a livello inconscio e a volte può essere un problema, ma io in fondo sono un ESP e sono stata assunta da persone che conscevano bene le mie potenzialità.

Ho scritto, amato, fatto la pipì e perfino delle cagate pazzesche perchè il 24 ottobre 1998 in piazza maggiore ho incontrato Majakoskij, che mi ha detto che dirigeva una piccola casa editrice chiamata OSSIGENO, mi disse di portargli un manoscritto, ma siccome io non ne avevo uno pronto in quel momento, gli portai una lettera per interposta persona che si chiamava Ottavio e lavorava, o lavora non saprei, in un luogo a stretto contatto con il mondo e in particolare con Porretta Terme che ha avuto sempre stretti contatti con l’FBI e oso immaginare anche con il KGB. Dentro quella lettera c’era però un raccontino, glielo inserii perchè in fondo ero convinta a volte di scrivere proprio benino, ma giustamente neanche un editore pazzo si sognerebbe di pubblicare “un volantino con un raccontino” nè tanto meno pubblicar un libro, se l’autore non ha fatto apparizioni pubbliche e quindi… ci siamo capiti.

Dedico questa mia lunga… a tal Massimo con cui ho parlato amabilmente al tavolino di un bar, ieri nell’ultima mia sera di libertà prima dell’esecuzione di una promessa!!

Ciao gente e se un tordo vi caga in testa mentre suonate campanelli porta a porta solo per dire che siete felici, vi consiglio di non andare mai in TV, perchè per esperienza provata, vi assicuro che non avrete mai successo, meglio optare per altra carriera professionale.

GU!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il giugno 17, 2017 da in Uncategorized.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: