ATTACCARBOTTONE

Lapislazzuli dagli amici

Il bosco
Cammino affondando nel terreno,
attutisce la mia durezza,
dondola la mia quiete.
Il giallo e’ la padrona di oggi,
distesa di ricci in un tappeto di foglie.
Raccolgo il fruscio del mio cammino,
nel colore dell’umido
come una bandiera sfilacciata dal tempo.
Alzo i miei occhi ma non il mio viso dritto,
il cielo mi scruta attraverso l’intreccio dei suoi alberi,
divorami se vuoi,
non temo,
cammino.
Fabio Negri

Il tempo di un tè di te

Ore tardi, mi piace la notte, per i colori, sì la notte ha colori…

Mi piace la notte, per i silenzi, rimango lì immobile davanti alla mia tazza di tè e guardo la finestra

immersa nei miei pensieri solitari, mi cullo, mi penso, mi stringo

i miei pensieri volano, vanno lontano, vanno a te,

ti accarezzano, ti cullano, ti proteggono, ti baciano quando non te lo aspetti, perché io sono così

imprevedibile, curiosa, armonica, giocosa… prova a prendermi

prendimi nei pensieri fammi danzare di nuovo insieme a te in quella danza lenta che solo tu mi sai

donare.

Prendimi, toccami, accarezzami, amami come solo tu sai fare… e non lasciarmi.

Ore tardi della notte, il mio tè ormai è finito è l’inizio di un nuovo giorno che colore avrà?

Sarà giallo, rosso, azzurro… non lo so vediamo è il bello della vita, mi alzo curiosa di andare

incontro a un nuovo colore, a un nuovo incontro a una nuova sfida.

Domani torno è una promessa… aspettami e non dimenticarmi mai,

io non lo farò, non posso tu sei come la notte per me.

Claudia Pedretti

SONAGLI DI MANI AL VENTO

MANI…

MANI GRANDI, PICCOLE, TONDE, FORTI

MANI SAGGE, VISSUTE, RUGOSE, CALLOSE,  AFFATICATE

MANI CHE TOCCANO, CHE ACCAREZZANO, CHE STRINGONO,

CHE COCCOLANO

LE MANI DI UN BAMBINO, INGENUE, NUOVE, CHE ESPLORANO, CHE SCOPRONO

CHISSA’ CHI INCONTRERANNO

LE TUE MANI, LE NOSTRE MANI ADULTE, LE MIE MANI DOLCI

MANI CHE MI SFIORANO. OPS! UN BRIVIDO

MANI CHE MI FANNO IL SOLLETICO. EHI! UN SORRISO

LE TUE MANI HANNO UN FIORE, PROFUMANO DI ERBA TAGLIATA, DI TERRA CALDA, DI FRAGOLE DI MIELE E LAMPONI

MANI CHE RISCALDANO DAL FREDDO

MANI CHE SOSTENGONO LA TESTA PESANTE

MANI CHE VENGONO DA LONTANO, QUANTI VIAGGIIIIIIII, QUANTE COSE TOCCATE, CONOSCIUTE, SCOPERTE

TESTA TRA LE MANI … DISPERAZIONE, SCONFORTO, MALINCONIA, NOSTALGIA

MA POI MANI PRESENTI SONO QUI CON LE MIE MANI

MANI CHE CHIEDONO PERDONO, DITA CHE SI INTRECCIANO SALDE IN SEGNO DI PREGHIERA, DI RISPETTO

MANI ALZATE AL CIELO … AIUTAMI MANDAMI UN RAGGIO DI  LUCE CHE MI TENGA ANCORATA AL TERRENO TI RINGRAZIERO’ CON UN CENNO DI PACE DALLE MIE MANI

MANI SAGGE, VISSUTE, RUGOSE, CALLOSE,  AFFATICATE ECCO LA STRADA

VAI?

QUALE STRADA!

MANI M’AMI UN PICCOLO CENNO DI MANI, HO CAPITO ADESSO

TU ACCAREZZAMI IO TI ACCAREZZO

GIOIA CANTI DI BAMBINI IN FESTA DI RISARTE ALLEGRE E SONOGLI AL VENTO.

 

Claudia Pedretti

I testi presenti in questo sito costituiscono oggetto di tutela ai sensi della legge sul diritto d’autore (legge 633 del 1941)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: